Storia

Ricordando l’11 settembre 2001

11 settembre 2001 (Fonte foto: Wikipedia)

In questo breve articolo voglio ricondurre la mente di tutti noi a quel tragico avvenimento avvenuto l’11 settembre 2001. Evento che modifico la vita di tutti.

Un giorno che entrò a far parte della storia

11 settembre 2001, un giorno che non dimenticheremo mai. Chi è della mia generazione, o di quella dei miei genitori sicuramente ricorderà la tragica notizia dell’attacco alle torri gemelle a New York. In poche ore da quel tragico evento, il mondo sarebbe cambiato per sempre e di riflesso avrebbe condizionato le nostre abitudini. Prima di quella data era inimmaginabile pensare a quello che sarebbe successo in quel martedì 11 di settembre 2001. Tutto il mondo occidentale, e non solo gli USA subirono un gravissimo colpo alla libertà ed alla propria integrità.

Dove eravamo l’11 settembre 2001?

Una domanda che gran parte di noi saprà rispondere. Personalmente l’11 settembre 2001 mi trovavo a Milano. Stavo svolgendo un esame per il conseguimento del diploma da Produttore Multimediale presso la SAE Tecnology College.

Se ben ricordo, erano circa le ore 15 del pomeriggio, quando un compagno di classe esclamò dopo aver visto la news su Yahoo: “Una delle Torri Gemelle di NY è in fiamme!!!”. Le notizie erano frastagliate e poco chiare.

All’inizio si pensò ad un incidente. Man mano che passavano i minuti sempre più informazioni trapelavano. Ad un tratto giunge la notizia di un secondo velivolo anche esso schiantatosi sulla seconda torre.

Ora era quasi chiaro, che non si trattava di un tragico incidente. Più passava il tempo e più le notizie parlavano di una serie di attentati terroristici. Poche ore dopo giunse la notizia che una delle torri era collassata su se stessa. Dopo una ventina di minuti, se la memoria non mi inganna, giunge la tragica notizia che anche la seconda torre era caduta. Sul viso di tutti calò lo sconforto.

Durante il mio ritorno a casa per le vie di Milano non si vedeva altro che persone affacciate ai televisori dei bar che trasmettevano in diretta gli aggiornamenti su quella giornata così tragica che in tutti noi sarebbe entrata con il termine “11 settembre”.

Sul treno verso Chiasso, durante il ritorno i visi comunicavano incredulità. Chi se ne rimaneva in silenzio, chi si sfogava in affermazioni inerenti alla geopolitica, altri letteralmente in preda allo sconforto non facevano altro che accentuare la loro incredulità per quanto era accaduto.

L’11 settembre, una data storica già in precedenza

Quando sentiamo parlare della data 11 settembre, le nostre menti ritornano immediatamente ai tragici eventi successi nel 2001. Tuttavia già in passato questa data entrò a far parte della cultura occidentale.

Correva l’anno 1683, quando durante l’11 settembre si svolse una delle battaglie storiche che misero fine all’assedio della città di Vienna da parte dell’esercito Ottomano. Gli eserciti europei furono capitanti dal re di Polonia, Giovanni III Sobieski. Questa battaglia segno la storia facendo rimanere Vienna una città cristiana, e quindi si tratta di una battaglia ricca di significato storico, politico e religioso.

Vienna, capitale dell'Austria
Vienna, capitale dell’Austria
Ambito aziendale, Ambito privato, Investigatore privato

Il rischio di avere come debitrice una società

Società affidabili verso società inaffidabili
Società affidabili verso società inaffidabili

In questo articolo voglio affrontare la problematica relativa al fatto di avere un credito con una società non stabile. Ovviamente ogni valutazione è soggettiva e naturalmente ogni caso va valutato nel dettaglio. Vi sono società con le quali si può dormire sonni tranquilli e privati dai quali ci si deve mantenere a distanza.

Il presente articolo si riferisce alla problematica di una moltitudine di società costituite sulle sabbie mobili ed in parte create unicamente per fallire dopo qualche anno o mese.

Va anche precisato che il presente articolo è rivolto al territorio della Svizzera, anche se comunque può essere applicato in alcuni casi anche ad altre giurisdizioni.

Quale rischio si può correre nell’avere una società come debitrice una società in Svizzera

Purtroppo nei ultimi anni la Svizzera, ed in particolare il Ticino si è vista vittima di una pratica subdola che lascia a bocca asciutta il creditore di una società di capitali con sede nella Confederazione Helvetica. Tuttavia non è una pratica unicamente utilizzata alle nostre latitudini, quindi il presente caso con società debitrice può essere applicata a svariati contesti geografici.

Accordi chiari nei affari
Accordi chiari nei affari

Una “moda” che sembra quasi dilagare

Sempre più spesso agli onori della cronaca si vedono titoli giornalistici inerenti a società debitrici fallite, ai danni dei fornitori e dipendenti. Succede che a volte tali fallimenti siano causa di reali fallimenti, non prevedibili. Altri casi invece, purtroppo sono frutto di macchinazioni da parte di soggetti senza scrupoli. Il fenomeno può essere spiegato in modo semplicistico nel modo seguente. Quando si costituisce una società i soci devono versare su un conto di costituzione un importo che in seguitò diverrà il capitale sociale di una SA o di una Sagl. Dopo alcuni giorni tale importo viene liberato e può essere impiegato dalla società stessa per compiere le proprie attività commerciali. In diverse occasioni addirittura ci troviamo di fronte a società vuote costituite diversi anni fa e passate di mano in mano.

Valore della società debitrice = zero

Ora supponiamo che voi abbiate un credito con una società debitrice che in quanto a sostanza ha un valore pari se non inferiore a zero. Nessuna proprietà immobiliare, nessun avere sul conto bancario, nessun veicolo. Nulla di nulla, i magazzini possono essere paragonati a Roma, dopo il sacco da parte delle truppe dei lanzichenecchi. L’unico credito attivo è quello verso una fantomatica società di qualche sperduta isola nel Mare dei Caraibi. Il nome di tale società rievoca le gloriose navi corsare che padroneggiavano nel 1700. Non serve un investigatore privato, per capire che molto probabilmente se comprovata la malafede, nel desiderio di onorare i propri debiti, la società debitrice dovesse fallire, lascia una scia di debiti che mai verranno pagati. Quindi voi rimarrete malgrado la procedura penale, a bocca asciutta, in gran parte dei casi.

Diffidate dalle scatole vuote

Succede spesso che un cliente mi porti nella mia agenzia investigativa, l’estratto della camera di commercio di una società debitrice. Guardando nel dettaglio tale documentazione, succede spesso di notare che la fantomatica società operativa nel campo delle impermeabilizzazioni, in passato era una produttrice di panini biologici. Prima ancora vendeva automobili. Anche se all’inizio, al momento della costituzione si occupava d’informatica. Anche nel saper valutare correttamente i membri della società stessa, può essere d’importanza fondamentale. Ovviamente non bisogna fare di tutta un erba un fascio, quindi non bisogna, basarsi unicamente su questi fattori. Una buona abitudine è quella di farsi un giro sul foglio ufficiale e se vi sono i presupposti richiedere un estratto all’ufficio e fallimento. Per qualsiasi domanda non esitate a contattarmi.

La trasparenza prima di tutto
La trasparenza prima di tutto