Europa, Serial Killer, Storia

Contessa Dracula, una serial killer spietata

Contessa Erzsébet Báthory detta la Contessa Dracula
La Contessa Erzsébet Báthory, conosciuta come la contessa Dracula. Una serial killer spietata e sanguinaria.

La Contessa Dracula, una serial killer spietata e sadica. La storia di cui vi parlerò in questo articolo si riferisce ad un fatto di cronaca sinistro. In base a quanto ci riportano le cronache storiche, ad una delle figure più inquietanti di tutti i tempi. Stiamo parlando della Contessa Erzsébet Báthory. Nata il 7 agosto 1560 a Nyírbátor, piccolo villaggio dell’attuale Ungeria. Tuttavia gran parte della sua infanzia la passò in Trasilvania. Di nobile famiglia protestante, all’interno vantava personalità di spicco dell’aristocrazia Ungerese e Polacca.

L’infanzia della Contessa Dracula

Gia da piccola la Contessa Báthory, a quanto pare soffriva di problemi di epilessia e si sospetta anche una forma di schizofrenia. D’altronde diversi suoi congiunti presentavano degli scompensi al sistema nervoso e di altri problemi psichici. Difatti non erano raro che la piccola Erzsébet subisse episodi di collera improvvisa esternati anche in modo violento contro chi la circondava.

Recenti teorie suppongono che possa essere stata vittima di molestie sessuali già da una tenera età, forse da parte di un parente stretto. Altre teorie imputano l’indole aggressiva e imprevedibile agli insegnamenti ed all’influenza impartiti dalla sua balia che si dice fosse dedita alla magia nera ed all’occulto.

A soli 11 anni la Contessa Dracula venne promessa in sposa al Conte Ferenc I Nádasdy. Quindi si trasferì a vivere con esso nel castello di Nádasdy.

Il matrimonio della Contessa

A 13 anni quindi si sposò con Nádasdy iniziando la sua vita coniugale. La leggenda narra che a 18 anni concepì una figlia illegittima che affidò a dei contadini della zona. In seguito ebbe comunque anche tre figlie ed un figlio, tutto legittimi.

Ritratto della Contessa Dracula
La Contessa Dracula, una figura inquietante e misteriosa.

Durante le assenze del marito, iniziarono a circolare nel palazzo delle voci, che volevano la Contessa Báthory conosciuta oggi giorno con l’appellativo di Contessa Dracula, come persona dedita al sesso di gruppo ed a pratiche mistiche e di magia nera. Una cosa era certa, era risaputa la sua estrema autorità e la sua abitudine di impartire ai suoi servi e alle domestiche punizioni fin troppo severe, anche per la morale dell’epoca. Si narrano episodi di puro sadismo come il congelamento durante i mesi invernali dei poveri malcapitati.

L’inizio delle leggende a proposito della contessa Dracula

Nel frattempo iniziavano a circolare leggende che a questo punto non potevano più essere considerate come semplici dicerie di paese. Il sospetto che tra le mura del castello succedessero cose terribili non erano più semplici favole per terrorizzare i viandanti ed i bambini. Da quanto ritengono gli storici si suppone che i primi omicidi preceduti da torture inimmaginabili avvennero a partire dell’anno 1585.

Tuttavia l’escalation fu progressiva, i primi avvenimenti sadici narrati e riportati a noi citano che la Báthory, amasse umiliare le sue serve. Tali pratiche sadiche consistevano denudandole davanti ai altri abitanti del castello. In seguito procedeva con delle sevizie fisiche, che ben presto sfociarono anche nella tortura e l’omicidio.

Insomma possiamo quasi affermare che a Castello venissero praticate vere e proprie sessioni BDSM e non si escludono totalmente anche pratiche di stupro di gruppo. Quindi con il trascorrere del tempo creò un suo vero entourage dell’orrore, iniziò a riunire attorno a se altre sinistri individui dediti al sadismo ed alla magia nera, profondi conoscitori dell’occulto, tra i quali il suo assistente personale, conosciuto con il nome di Fczko, sospettato di essere anche pedofilo e famticida, ma anche la sua balia Helena Jo, che la introdusse fin da piccola nella magia nera, e Dorothea Szentes.

Tuttavia una figura su tutte rimase nell’oscurità, un individuo che entrò nella leggenda come Thorko, maestro dell’occulto, che i cronisti citano come un entità di magia, quasi uno spettro.

Tuttavia analizzando tali affermazioni con le conoscenze delle patologie psichiche odierne potrei quasi osare una teoria, forse azzardata ma neanche troppo, ovvero e se Thorko fosse null’altro che frutto delle allucinazioni dovute alla schizofrenia di cui potrebbe essere stata affetta la Contessa Báthory, soprannominata oggi con l’appellativo di Contessa Dracula? Insomma è risaputo che la schizofrenia può portare un individuo udire delle voci, che a volte possono impartire ordini, quindi se Thorko non fosse stato altro che il frutto dell’immaginazione di una mente malata?

La malattia del marito della Contessa Báthory

Nel 1601, il marito della Contessa Báthory, si ammalò gravemente e passerà 3 anni della sua vita costretto a letto, fino alla sua morte che avverrà nel 1604. Alcune teorie pensano che questo fatto peggiorò l’instabilità mentale della Contessa Dracula, conosciuto oggi come fattore scatenante.

Ritratto del Conte František Nádašdy I
Ritratto del Conte František Nádašdy I, marito della Contessa Dracula

A questo punto la Contessa decise di far ritorno nei suoi possedimenti vicini a Vienna, ma anche questo trasferimento non cambiò la sua sete sadica di sangue. Anzi degenerò letteralmente. All’inizio le vittime di questa storica Serial Killer furono le figlie dei contadini dei villaggi adiacenti o serve alle sue dipendenze, quindi persone che purtroppo a quei tempi, in un Europa feudale, erano poco tutelate dalle autorità. D’altronde purtroppo come ancora oggi in alcune zone degradate e del terzo mondo succede con i senza tetto, detti anche gli invisibili.

Ma come gran parte dei serial killer anche essa inizio ad essere sprezzante del pericolo ed ad esigere emozioni più forti. Quindi si spinse al rapimento anche altre nobili, sue pari, per poi seviziarle, torturarle ed infine assassinarle. Ben presto iniziarono a girare voci sempre più confermate di ciò che accadeva nelle tenute della Báthory, fino a giungere alle orecchie delle autorità.

Tra queste voci vi era quella che accusavano la Contessa di praticare il cannibalismo e di bere il sangue delle sue vittime, altre voci narravano che la contessa facesse il bagno nel sangue delle sue vittime alla ricerca dell’eterna giovinezza. Tutte pratiche ritenute demoniache in un epoca dove spesso la pazzia veniva associata al nome del Diavolo, non conoscendo gran parte delle patologie psichiche di cui poteva essere affetto un individuo.

Iniziano a circolare voci inquietanti anche all’interno della Chiesa

Quando le terrificanti voci giungono anche alle orecchie della Chiesa Cattolica, l’imperatore Mattia II intervenne ed apri un inchiesta nei confronti della Báthory, ovvero la Contessa Dracula. Il 30 dicembre del 1610 le truppe inviate dalle autorità assalirono il suo castello. Quello che si presentò agli occhi degli inquirenti fu uno spettacolo scioccante e terribile.

Ritratto dell'Imperatore Mattia d'Asburgo
Ritratto dell’Imperatore Mattia d’Asburgo

I cronisti narrano di un nauseabondo odore di putrefazione, corpi smembrati e corpi mutilati e seviziati. Bisogna considerare che a quel tempo la morale era ben diversa da quella che siamo abituati a vedere noi e in ogni caso le torture erano all’ordine del giorno, tuttavia anche per quell’epoca quello che si presentò alle truppe d’assalto ed ai inquirenti venne ritenuto qualcosa di demoniaco.

L’esecuzione capitale dei complici della Contessa Dracula

I complici della Báthory, furono giustiziati mentre la Contessa stessa ebbe la grazia e venne letteralmente murata all’interno dei suoi alloggi. Gli lasciarono un solo spazio. Questo per consentire agli inservienti la consegna del cibo e dell’acqua. Nel 1614 una delle più terribili serial killer,  di tutti i tempi morì. Assieme alla Contessa Dracula se ne andarono i suoi segreti più occulti dei suoi misfatti lasciando ai posteri la sua leggenda che gli fece guadagnare l’appellativo di Contessa Dracula.

Si stima che le vittime della Contessa Erzsébet Báthory, ribattezzata in seguito con l’appellativo di Contessa Dracula, fosse intorno a 600 vittime. In base alla leggenda, tuttavia gli storici hanno valutato un numero inferiore. Tale numero in base alle stime porta il numero a non più di 300 vittime. Altri rimangono ottimisti e portano il numero a circa 100 vittime. Purtroppo un numero preciso è difficile da stabilire. In ogni caso gli storici la collocano all’interno dell’elenco dei peggiori serial killer della storia. Sicuramente il suo nome figura tra le peggiori serial killer donne della storia.

Lascia un commento